Picco Luigi Amedeo - Via Feri Ultra (Ceki 80)

Scarica "topo"

July 18, 2016



Che via pensi di fare quando ti viene a trovare un amico siciliano? Chiaramente una via su granito, a cui lui e' molto abituato... e che via? Chiaramente una di quelle dalla fama torbida, una via temuta che conta solo poche ripetizioni per motivi misteriosi...
Spinti da un gigantesco panino partiamo dalla val di Mello, dove parcheggiare di domenica e' piu' difficile che a Milano al sabato sera. Al bivacco Manzi incontriamo Marcello e Adrian, diretti alla Taldo Nusdeo.
Nonostante la tensione in vista della salita dormo bene, e alla mattina mi sento rilassato.
Attacchiamo all'ombra e i gradi Koller danno subito idea del tenore della via. Max, costretto a sfalsare per evitare attriti immensi, si trasforma in Gordio.
I primi tiri vanno abbastanza in fretta, finche' non ci troviamo al cospetto del diedro di VII-, che probabilmente nella mente dei Ceki seguiva il grande diedro di sinistra. Noi prendiamo un diedrino minore, piu' a destra, dal quale (dopo vari tentativi di capire dove spostarci), rientriamo nel diedro principale.
Segue un tiro misto artificiale libera (tanto di cappello a chi riesce a farlo tutto in libera, a me e' gia' parso difficile cosi') dove l'attrito delle corde rende indispensabile spingere molto sulle gambe. La via comunque anche sui tiri "facili" che seguono riesce a non essere mai noiosa.
Infine l'ultimo tiro. Sono molto stanco e anche se spetterebbe a me, Max accetta di vincerlo! In assoluto non e' nemmeno troppo scorbutico, ma la stanchezza si sente, e lo zaino anche.
Arriviamo alla fine della via e iniziamo a scendere. Le doppie non sono quelle che dice il Gaddi nella sua guida. Sono 4 doppie dritte. A proposito di Gaddi: la sua relazione e' assai precisa, a patto che non si legga la lunghezza dei tiri, ma solo la descrizione.

Grande avventura. Tanto di cappello agli apritori che hanno salito questa via nel 1980 con chissa' quale materiale! La via richiede maestria nel proteggersi e non si regala per un metro. Consiglio vivamente di ripeterla, ma sappiate che richiede una solida esperienza se volete evitare di farvi seriamente male.



  • Feri Ultra (Ceki 80)
  • Feri Ultra (Ceki 80)
  • Feri Ultra (Ceki 80)
  • Feri Ultra (Ceki 80)
  • Feri Ultra (Ceki 80)
  • Feri Ultra (Ceki 80)
  • Feri Ultra (Ceki 80)
  • Feri Ultra (Ceki 80)
  • Feri Ultra (Ceki 80)
  • Feri Ultra (Ceki 80)
  • Feri Ultra (Ceki 80)
  • Feri Ultra (Ceki 80)
  • Feri Ultra (Ceki 80)
  • Feri Ultra (Ceki 80)
  • Feri Ultra (Ceki 80)
  • Feri Ultra (Ceki 80)
  • Feri Ultra (Ceki 80)
  • Feri Ultra (Ceki 80)
  • Feri Ultra (Ceki 80)
  • Feri Ultra (Ceki 80)
  • Feri Ultra (Ceki 80)
  • Feri Ultra (Ceki 80)
  • Feri Ultra (Ceki 80)
  • Feri Ultra (Ceki 80)
  • Feri Ultra (Ceki 80)
  • Feri Ultra (Ceki 80)
  • Feri Ultra (Ceki 80)
  • Feri Ultra (Ceki 80)
  • Feri Ultra (Ceki 80)
  • Feri Ultra (Ceki 80)
  • Feri Ultra (Ceki 80)
  • Feri Ultra (Ceki 80)
  • Feri Ultra (Ceki 80)
  • Feri Ultra (Ceki 80)
  • Feri Ultra (Ceki 80)
  • Feri Ultra (Ceki 80)
  • Feri Ultra (Ceki 80)
  • Feri Ultra (Ceki 80)